Giangilberto Monti

Biografia

Definirlo vulcanico è, forse, sminuirne la creatività e l’attività artistica.
Giangilberto Monti, per gli amici GG, allievo di Dario Fo e Vito Molinari (storico regista televisivo e teatrale) è attore, scrittore, compositore e interprete musicale, ma anche autore di teatro, produttore discografico, studioso della canzone d’autore francese ed esperto della canzone umoristica italiana, oltre che della storia del cabaret, dalla sua nascita in Francia ai giorni nostri.
Ha pubblicato dizionari e saggi per Garzanti, scritto per vari cabarettisti agli esordi, tra cui Aldo Baglio e Giovanni Storti (del trio Aldo, Giovanni e Giacomo), Marco Della Noce e i Fichi d’India, pubblicato una dozzina di album d’autore – l’ultimo con Egea (“Comicanti.it”) un doppio cd-book in collaborazione con il giornalista Enzo Gentile – ideato ed interpretato spettacoli di teatro-canzone, curato rassegne sul cantautorato italiano.

Collabora da anni con la Radio Televisione della Svizzera Italiana (RSI), per la quale ha scritto e interpretato radiodrammi musicali – come La Belle Époque della banda Bonnot (Prix Suisse 2004) – ideato programmi sulla storia dello spettacolo e condotto special musicali.
Per tutto il 2014 è ospite di Jenny Alessi nel programma Les Chansonniers (Rete Uno) come esperto della chanson française.
A gennaio 2015 Giangilberto Monti esce con un album di inediti per Egea Music, dove riassume il suo percorso trentennale tra cantautorato e comicità, in un filo sottile che unisce poesia e ironia e che da sempre identifica quel mondo del teatro-cabaret milanese che dal maestro Dario Fo ha fatto la fortuna di molti artisti, dalle canzoni umoristiche dei Gufi al repertorio di Gaber e Jannacci, fino alla nascita di Zelig. Lo spettacolo sarà in tour nella stagione teatrale 2015-2016.

Romanzo musicale di fine millennio

Canzoni d’autore e autori di canzoni, teatranti improvvisati e grande teatro, i comici dei locali milanesi che man mano migrano in televisione, i discografci stretti tra l’utopia e il proftto, il vinile che scompare e il cd che sembra il futuro, poeti veri e veri trufatori, scrittori in erba ed erba da scrittori…
Gli incontri con i grandi nomi e i luoghi fondanti della musica e del cabaret italiani – e non solo – diventano un romanzo denso di ironia e disincanto che mischia il pragmatismo meneghino alle origini napoletane dell’autore, facendo rivivere quel gran varietà di artisti e comparse attratti dal sogno della fama, che abbiamo ascoltato e con cui abbiamo riso: la gioventù stessa di un intero
paese, un’Italia che è cambiata, ma in cui siamo cresciuti e in cui ci siamo riconosciuti.
Impossibile elencare tutti i nomi citati nel libro, cantanti, cantautori, scrittori, poeti, teatranti e comici, italiani e francesi (vedi anche biografa) ma ci sono davvero tutti nel romanzo di GG Monti, in un montaggio quasi cinematografco che alterna brillantemente il racconto
documentato in terza persona al ricordo personale diretto in forma di dialogo.
Un romanzo che è un’autobiografa di un’epoca e di un modo di essere del mondo dello spettacolo. Spesso ironico, ma con afetto, l’Autore non fa sconti a nessuno, compreso se stesso.
Perché la qualità prima del clown – come veniva e viene chiamato – è il dir la verità.

Opinioni da clown

Il nuovo CD di Giangilberto Monti

Opinioni da clown Il nuovo CD di Giangilberto Monti

 

 

 

 

Opinioni da clown: Lo spettacolo

collaborazione alla regia Luca Stetur
collaborazione al testo di Nino Formicola
Un divertente racconto musicale sulla storia del clown, la figura artistica che è all’origine dei comici e dei cabarettisti di ogni epoca. Lo chansonnier Giangilberto Monti lo fa mischiando una dozzina di canzoni originali, molti aneddoti storici e improvvisazioni sul pubblico. Un concerto-spettacolo da cantastorie ironico, con un occhio alla società che ci circonda, tra re e buffoni che si scambiano ogni giorno i ruoli.
Un po’ recital musicale e un po’ concerto teatrale, Opinioni da Clown è anche il nuovo album di Giangilberto Monti, in uscita a gennaio 2015 su etichetta Egea Music (ed. Warner Chappell) con gli spiazzanti e spesso ironici arrangiamenti del torinese Bati Bertolio.
Un CD di brani inediti dopo il lungo lavoro sul recupero della comicità musicale italiana (Comicanti, doppio cd-book Egea 2013) e i molti dischi tratti dal repertorio francese che Monti ha spesso tradotto in italiano negli ultimi vent’anni: dalle ballate anarcoidi di Boris Vian alle provocazioni melodiche di Serge Gainsbourg, fino ai sulfurei versi di Léo Ferrè.
I clown, quando cantano, ci ridono sopra. Fanno i pagliacci, ma non sono marionette. Ecco perchè non se ne stanno mai zitti…
in scena con
Andrea Cavallo – piano e tastiere
Paolo Rigotto – batteria e percussioni
Massimo Villa – chitarre

 

Bibliografia

Giangilberto Monti

Giangilberto Monti

 


 

 

Discografia

-MONTId1