Maurizia Cacciatori

BIOGRAFIA

Maurizia Cacciatori (Carrara, 6 aprile 1973 ) è un’ex pallavolista italiana , attualmente opinionista televisiva per Sky Sport per la pallavolo femminile.
Alzatrice, alta 178 cm, schiacciava a 298 cm, murava a 274 cm.
Maurizia Cacciatori è il simbolo italiano della pallavolo nel mondo.
É una delle giocatrici più vincenti di sempre a livello di club, con i suo i 17 trofei vinti in carriera.
Nel 1989, a soli 16 anni, passa all ́Ina Assitalia Perugia ed esordisce in serie A1.
Si conferma su ottimi livelli e rimane nella massima categoria per quasi due decenni, alternandosi in varie
squadre tra cui la Amazzoni Agrigento (1993 – 1995), il Volley Bergamo (1995 – 1998 e 1999 – 2003) e la Centro Ester Napoli (1998 – 1999).
Tra il 2003 e il 2005 gioca due stagioni nella serie A spagnola con il CV Tenerife, per poi ritornare in Italia nello Start Volley Arzano (2005 – 2006).
Chiude la carriera, scendendo in B e ritornando nuovamente nella penisola iberica nelle file del Club 15 – 15 Icaro Alaró, formazione dell ́isola di Maiorca.
Nel 2007 lascia la pallavolo giocata.
In Nazionale italiana di pallavolo femminile vanta 228 presenze: con la maglia azzurra esordì il 27 novembre 1991 ad Apeldoorn (Paesi Bassi) nella partita contro la Russia.
Ha vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2001, un bronzo e un argento agli Europei del 1999 in Italia e del 2001 in Bulgaria.
Nel curriculum di Maurizia Cacciatori c ́è anche la partecipazione alle Olimpiadi di Sydney 2000, prima qualificazione in assoluto per la nazionale femminile di pallavolo.
Nel suo palmares: 4 campionati italiani vinti con il Volley Bergamo, 1 campionato spagnolo con il CV Tenerife, 4 Coppa Italia (1 con l ́Ina Assitalia Perugia e 3 con il Volley Bergamo), 1 Coppa della Regina con il CV Tenerife, 3 Supercoppe Italiane con il Volley Bergamo, 3 Champions League (2 con il Volley Beramo e 1 con il CV Tenerife), 1 Coppa Cev con Centro Ester Napoli.

TELEVISIONE

Nel 2006 partecipa come concorrente alla quarta edizione del reality show l ́Isola dei famosi, condotto da Simona Ventura su Rai 2.
Nel 2007 approda a Sky Sport per il commento tecnico degli incontri di A1 Femminile. Nel 2010 appare nel film “Maschi contro femmine” e nel 2011 ne “I soliti idioti – Il film”.
Nel 2011 è diventata mamma del suo primo figlio, Carlos Maria Orsini. Il 31 marzo 2012, dopo soli 12 mesi, diventa mamma per la seconda volta dando alla luce la secondogenita Ines. E ́ sposata con Francesco Orsini.

FILMOGRAFIA

Maschi contro femmine , regia di Fausto Brizzi ( 2010 )

Mauro Bergamasco

 

I RECORD

il più longevo giocatore nella storia del Torneo 5 e 6 nazioni

il più longevo ad indossare la maglia azzurra

tra i due al Mondo ad aver partecipato a 5 RWC (nel 1999; nel 2003; nel 2007; nel 2011 e nel 2015)

2 volte Campione d’Italia

2 volte Campione di Francia

CHI È

Un rugbista.

Uno sportivo che ha fatto del rugby uno stile di vita.

Un professionista impegnato in prima persona ad educare attraverso lo sport.

Un uomo che fa della sensibilità, etica sociale e alimentazione sana i propri punti di riferimento.

Un leader che applica i valori in cui crede in ogni suo progetto.

Protagonista del contenitore live “Rugby Social Club” dedicato al torneo 6 Nazioni su DMAX (canale 52 in diretta su chiaro)

Ideatore del CAMPUS RUGBY MAURO BERGAMASCO.  Un progetto educativo di crescita psico-fisica-sportiva, nato per trasmettere i valori del rugby e dello sport ai giovani dai 10 ai 15 anni

Testimonial per

AIPD, Associazione Italiana Persone Down

Fondazione Umberto Veronesi

ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo

Avon,campagna contro la violenza sulle donne

OLTRE LO SPORT

Speaker in convention aziendali

Percorsi di leadership e di lavoro in gruppo

Camp di team building

Corsi e seminari comportamentali

Testimonial per progetti e campagne di prodotto

Luigi Mazzola


LUIGI MAZZOLA
Executive coach
Luigi Mazzola, nato a Ferrara, si è laureato presso il Politecnico di Torino in ingegneria meccanica, specializzazione: autoveicolo. La sua avventura con la Formula 1 in Ferrari, Gestione Sportiva, inizia nel 1988 nel ruolo di Race Engineer, terminerà nel 2009 , da dirigente coordinatore dello sviluppo della performance. Vince 8 campionati mondiali costruttori di F1 con la prestigiosa Scuderia Ferrari in qualità di Responsabile Tecnico delle attività test, e ben 6 campionati di F1 piloti come Test Team Manager. Il contatto con piloti di prestigio a A.Prost, a M.Schumacher, N.Mansell, G. Berger, R. Barrichello, E. Irvine, K. Raikkonen, F. Massa, e J. Alesi, ha reso la sua esperienza tecnica/ umana, unica. Per sintesi tra: talento, carisma e leadership, Prost, Schumacher e Valentino hanno costituito la sua esperienza professionale più interessante in assoluto. A capo della squadra test durante la ventennale carriera ha gestito centinaia di persone appartenenti ai vari reparti, dando loro la possibilità di effettuare la preparazione per un successivo passaggio al mondo delle corse. Dal 2000 in poi sempre più importante è stata l’esigenza di cambiamento: dal ruolo di ingegnere a manager e leader. Ha approfondito così al sua preparazione frequentando corsi di specializzazione in ambiti della gestione delle risorse. Master in PNL, Executive Coach, Accreditato PCC presso la ICF, International Coaching Federation, accreditato Sei Development e Vital Sign con SixSeconds, azienda leader di formazione di Intelligenza Emotiva, con cui è anche partner.

Successivamente ha approfondito la sua conoscenza della mente umana soprattutto del mondo dell’inconscio. Il Coaching ha favorito lo sviluppo di modelli alternativi grazie alla convivenza con personaggi eccellenti come Ross Brawn, Alain Prost, Michael Schumacher e Valentino Rossi. Ha creato per mezzo di questa opportunità un modello di eccellenza della performance: S.P.I.R.A.L ©, PERFORMANCE COACHING FOR SOLUTIONS LEADERSHIP FOR DECISIONS. Luigi Mazzola è un esempio concreto di combinazione tra competenze tecnico-aziendali e soft skill che lo rendono testimonial unico nelle attività di sviluppo della performance. Il modello di managing coaching S.P.I.R.A.L © applicato a varie realtà aziendali, nel corso degli ultimi anni, ha già creato molteplici benefici tangibili.

Aurelio Paviato

Nato a Vigevano nel 1958, si interessa alla prestigiazione dal 1973. 3° Premio al congresso europeo di Bonn nel 1980, ha da qui iniziato una brillante ascesa che lo ha condotto alla vincita del 1° premio di “Close Up Magic” al congresso mondiale di Losanna. Con il termine inglese “Close Up Magic”, traducibile in italiano con “Magia da Primo Piano” o “Micromagia”, si definiscono quei giochi di prestigio con carte, monete ed altri oggetti che si possono eseguire a distanza molto ravvicinata del pubblico.
Paviato opera come professionista a tempo pieno dal 1988 ed è membro della EMM (Escuela Magica de Madrid).
SPETTACOLO IN SCENA e SPETTACOLO INTERNAZIONALE
Ovviamente dispone anche di uno spettacolo che può essere proposto in pedana o palcoscenico. Si tratta di un numero parlato, di taglio brillante, che prevede l’intervento e la collaborazione da parte del pubblico. Oltre a ciò, Paviato dispone di uno “Spettacolo Internazionale” messo a punto per le diverse collaborazioni avute ed in essere con la Costa Crociere, nei teatri delle cui navi si esibisce per un pubblico di lingua inglese, francese, tedesca e spagnola.
La conquista del titolo di Campione del mondo di “Close-Up Magic”, e la conoscenza delle lingue straniere (Inglese, Francese e Spagnolo) gli hanno aperto un mercato che gli ha permesso di dare conferenze (ma anche di esibirsi pubblicamente) a Londra, Parigi, Madrid, Vitoria (Bilbao), San Sebastian (Bilbao), Lisbona, Nizza, Strasburgo, Ginevra, Zurigo, Basilea, Hollywood, St. Louis, Hakone e Kitakiushu (Giappone).
Ha poi lavorato, tra gli altri, nei seguenti locali di particolare importanza:
Cabaret del Casinò di Montecarlo.
Magic Castle di Hollywood
Cabaret del Casinò di San Remo.
Casinò di Saint Vincent.
Casinò di Campione d’Italia
LINGUE STRANIERE: INGLESE, FRANCESE E SPAGNOLO
(Lo spettacolo può anche essere proposto in Tedesco quando però affiancato alle lingue sopraddette)
TELEVISIONE
(Italia)
Ospite fisso alla trasmissione Buona Domenica, edizione 1994/1995, condotta da Gerry Scotti e Gabriella Carlucci (presenza confermata per 25 puntate + 2 speciali).
Partecipazione quale ospite per una puntata alla Trasmissione Buona Domenica 1995/1996 condotta da Lorella Cuccarini.
Partecipazione quale ospite per una puntata alla trasmissione Generazione X, condotta da Ambra.
Ospite fisso alla trasmissione Maurizio Costanzo Show 1996/1997 (partecipazione da Novembre ’96 a Luglio ’97).
Ospite fisso alla trasmissione “Ciao Mara”, Canale5, Ottobre/Dicembre 1997
Partecipazione quale ospite per una puntata alla trasmissione “La Macchina del Tempo”, Rete 4,
Ospite fisso al Maurizio Costanzo Show Dicembre 1998 /Aprile 1999
Ospite Fisso nella trasmissione “Chi ha incastrato Peter Pan?” condotta da Bonolis e Laurenti in prima serata su Canale5 (1999)
Ospite al Maurizio Costanzo Show Marzo/aprile 2002

Max Calderan

Esploratore Desertico Estremo, ultramaratoneta estremo, definito il figlio del deserto, Max ha attraversato le più insidiose ed inaccessibili sabbie del mondo sopravvivendo in condizioni che sono oltre ogni limite umano conosciuto. Max ha spostato i suoi limiti oltre tutti gli studi scientifici.
La Medicina ancora non è in grado di spiegare scientificamente i suoi risultati
Tra le sue esplorazioni record spiccano le 90 ore percorse senza soste per 437 km in Oman seguendo la linea ideale del Tropico del Cancro. E anche i 360 km in 75 ore attraverso gli Emirati Arabi Uniti durante l’ estate con temperature prossime ai 60 gradi.
Max Calderan è l’ unico uomo al mondo capace di attraversare deserti in questo modo:
NO SOSTE – NO SONNO – NO ASSISTENZA MEDICA – NO TRACCIATI ESISTENTI – AUTOSUFFICIENZA ALIMENTARE – COMPLETAMENTE SOLO

Grande motivatore, straordinario esperto di deserti, Max, senza assistenza medica e in completa solitudine, portandosi solo il minimo necessario su di uno piccolo zaino, ha superato tutti i limiti scritti nel DNA, prima di tutto quello che ogni giorno ci impedisce di essere veramente liberi : la paura di andare oltre.
Max Calderan nasce in Italia a Portogruaro (VE) il 1 luglio del 1967.
Bambino vivace e attento sperimentatore, intraprende giovanissimo il percorso di atleta poliedrico affacciandosi con successo da prima all’arrampicata e lo sci estremo e raggiungendo in seguito riconosciuti livelli di performance in oltre 15 discipline sportive.
Nel 1988 inizia la sua carriera di trainer contemporanea a quella di insegnante di psicomotricità secondo i metodi della scuola francese.
Si dedica allo studio dei meccanismi che regolano le reazioni del corpo umano agli stimoli esterni e mentali sviluppando negli anni in collaborazione con un laboratorio genetico all’avanguardia in Europa, un test genomico che ad oggi permette di rivoluzionare il concetto di prevenzione/ottenimento risultati.

I suoi studi vantano una pubblicazione sulla rivista scientifica “The Journal of Sports Medicine and Physical Fitness”.
Laureato in Scienze motorie con 110 e lode, sport trainer e mental coach, ha formato dal 1989 (anno di inizio della sua attività professionale) centinaia di atleti e non , portandoli a realizzare gli obiettivi sportivi desiderati nonché numerose persone in cerca di un miglioramento della propria forma fisica o del proprio atteggiamento.
Ha lavorato per quasi vent’ anni ricoprendo ruoli manageriali presso importanti aziende farmaceutiche, periodo nel quale ha approfondito le sue ricerche in due settori che lo hanno sempre affascinato: la privazione del sonno e I meccanismi di difesa che regolano l’ emozione della paura.
Diversi anni di esperienza in importanti settori medico-scientifici la carriera sportiva epica, le deviazioni dai cosiddetti limiti fisici e mentali, rappresentano solo una piccola parte dello sfondo del formatore Max Calderan.
L’obiettivo di Max è quello di trasferire le sue esperienze e il suo prezioso know-how attraverso sezioni di formazione non convenzionali fondate sulla unicità e l’autenticità della persona e in grado di fornire strumenti concreti e pratici per allargare i confini, per sbloccare il potenziale della vostra mente e raggiungere il giusto equilibrio.
L’obiettivo è quello di portare alla scoperta del proprio metodo, lo stesso che ha portato al raggiungimento degli obiettivi straordinari di Max con forme innovative di formazione dedicate alla persona, alle società e al mondo sportivo.
Con strumenti semplici e innovativi porta risultati concreti e prestazioni di alto livello in termini di crescita personale e professionale
Max Calderan svolge le sue attività di consulenza sportiva anche in penisola araba , in Emirati Arabi Uniti in particolare, con una mission molto chiara:
incrementare la comprensione reciproca tra persone di diverse culture e gruppi etnici e di migliorare la qualità della vita di tutti i giorni per gli abitanti del mondo attraverso l’organizzazione di attività culturali e di sport.

Questo avviene coinvolgendo tutti i settori che contribuiscono facilmente a creare una connessione tra le diverse persone in tutto il mondo.
Max è ospite speciale a diverse conferenze sia per le aziende private che governative, dimostrando di essere una risorsa incredibile, sia per i partecipanti che per i dirigenti con obiettivi motivazionali di elevatissimo livello.
Un uomo che esplora deserti e li racconta al mondo.

SCHEDA INTERVENTO TIPO CONTENUTI
Max Calderan, detentore di 10 record mondiali, mental coach e formatore, ha sfidato in solitaria i deserti più impraticabili raggiungendo traguardi incredibili e scientificamente inspiegabili.
Ciò che gli ha permesso di ottenere questi risultati eccezionali sono stati allenamenti intensi, investimento di tempo ed energia, spirito di sacrificio e la convinzione che niente possa limitare il nostro potenziale che deve essere valorizzato e sfruttato.
Alla base dei risultati di Max c’è il concetto di sfida insito in lui fin da bambino.
Vincere una sfida implica superare non solo l’ “avversario” ma superare se stessi attraverso il cambiamento, la fatica e una perseveranza instancabile.
Il concetto di base è che nessun grande risultato possa realizzarsi senza impegno e sacrificio sostenuti da una forte energia e motivazione.
Max racconterà il suo percorso sportivo, gli allenamenti estenuanti, la privazione e il sacrificio, il superamento delle difficoltà e degli ostacoli della natura.
Così come la gioia, la soddisfazione e la sensazione di autorealizzazione nel raggiungere un proprio obiettivo e un proprio sogno.
Descriverà il modo in cui affronta il suo percorso verso i propri obiettivi allenando ed educando il proprio corpo e la propria mente.
Affronterà il parallelismo tra le sfide della vita quotidiana, che gli hanno permesso di essere uno stimato consulente business in Medio Oriente, e quelle che affronta nel deserto soffermandosi sull’importanza della determinazione e della fiducia nelle proprie potenzialità e su quanto positività ed energia rappresentino un presupposto assoluto.
Si soffermerà sull’importanza del gioco di squadra e dei valori, sull’importanza di credere nel proprio team e nel valore della collaborazione.
Verrà sottolineando il suo essere un uomo “normale” e la possibilità, quindi, per ognuno di noi di raggiungere standard elevati in ogni campo della nostra vita se mossi da un sogno o da un obiettivo.

STRUMENTI
Video di 2 minuti che riprende Max in deserto e spezzoni delle sue imprese “impossibili”
Slide Power Point in sincrono con parlato durante l’intervento.
I contenuti dello speech possono essere i seguenti e possono essere personalizzati su richiesta :
· SFIDA E’ CAMBIAMENTO
· IMPORTANZA DELLA PREPARAZIONE
· IMPORTANZA DELLA ESECUZIONE
· IMPORTANZA DELLA SQUADRA
· MOTIVAZIONE
· CHALLENGE TO CHANGE
· IL CORAGGIO DEL PRIMO PASSO
L’intervento ha di solito una durata variabile da 30 minuti a 1h e 30 e comincia con l’intervento di Max Calderan solo sul palco per poi eventualmente essere affiancato da una figura aziendale ( HR, AD, Marketing ) che lo intervista per portare la comunicazione all’obiettivo della Conferenza/Convention aziendale.

trailer documentario su Jazeera International dal 15.07.14:

Silvia Frisone

 

Tutti ti valutano per quello che appari. Pochi comprendono quel che tu sei (Niccolò Macchiavelli)

Che ci piaccia o no, siamo tutti giudicati dalla nostra apparenza. Il modo in cui ci presentiamo agli altri, attraverso gesti, portamento, aspetto fisico, abbigliamento, trucco e capelli, parla di noi: riflette la nostra personalità, rivela il nostro stato d’animo, il nostro stile di vita e la nostra professione. E’ evidente che la nostra immagine rappresenta una straordinaria forma di comunicazione! Ecco perché ritengo doveroso dare il giusto valore alle tue doti personali e alle tue competenze professionali, con un’immagine appropriata, consona al tuo ruolo o al tuo scopo, che ti faccia sentire bene e apparire al meglio.

Avere un aspetto curato, armonioso e in sintonia con il proprio modo di essere :

  • ispira fiducia
  • infonde professionalità
  • suscita rispetto e credibilità
  • ci rende più attraenti
  • ci fa sentire più sicuri e disinvolti
  • aumenta la nostra autostima

In altre parole, la nostra immagine è un capitale prezioso sulla quale investire, migliora infatti il rapporto che abbiamo con noi stessi e influisce positivamente sulla percezione che gli altri hanno di noi! L’importanza di affidarsi a una consulente d’immagine risiede nell’esigenza sempre più radicata nella nostra società, di avere un aspetto che metta in risalto i nostri punti forti facendoci apparire attraenti e sicuri in ogni occasione.
Rivolgersi a Silvia Frisone significa avere a disposizione una professionalità capace di guidarti nella formazione di un immagine volta al successo. La consulenza d’immagine si avvale di un metodo oggettivo, unito a competenza e sensibilità, ma senza che il gusto personale o i dettami della moda prevalgano sulle scelte migliori per i clienti. Si rivolge a tutti coloro che per motivi personali ed esigenze lavorative desiderano migliorare il proprio aspetto e il proprio stile, per comunicare meglio, sentirsi a proprio agio e adeguati in qualsiasi occasione.
L’esperienza imprenditoriale acquisita in vent’anni di lavoro, anche in ambito internazionale, ha fortemente contribuito alla mia formazione professionale, migliorando la mia istintiva attitudine ai rapporti interpersonali e sensibilizzandomi sul valore dell’immagine personale e lavorativa. Passione, senso estetico, sensibilità e tanta dedizione uniti alla specializzazione in “Global Image & Life Coaching” presso l’accademia internazionale Fashion Up to Date di Milano, in aggiunta ad altri importanti corsi di formazione, tra cui quelli con Carla Gozzi hanno fatto il resto!

La mia filosofia

Chiunque merita di dare il giusto valore alla propria persona, l’opportuno risalto ai suoi contenuti l’adeguata visibilità alle sue doti personali, attitudinali e professionali e seppur nel rispetto degli altri e del contesto in cui si muove merita di esprimere, in modo autentico, la propria unicità e esclusività.