Max Calderan

Esploratore Desertico Estremo, ultramaratoneta estremo, definito il figlio del deserto, Max ha attraversato le più insidiose ed inaccessibili sabbie del mondo sopravvivendo in condizioni che sono oltre ogni limite umano conosciuto. Max ha spostato i suoi limiti oltre tutti gli studi scientifici.
La Medicina ancora non è in grado di spiegare scientificamente i suoi risultati
Tra le sue esplorazioni record spiccano le 90 ore percorse senza soste per 437 km in Oman seguendo la linea ideale del Tropico del Cancro. E anche i 360 km in 75 ore attraverso gli Emirati Arabi Uniti durante l’ estate con temperature prossime ai 60 gradi.
Max Calderan è l’ unico uomo al mondo capace di attraversare deserti in questo modo:
NO SOSTE – NO SONNO – NO ASSISTENZA MEDICA – NO TRACCIATI ESISTENTI – AUTOSUFFICIENZA ALIMENTARE – COMPLETAMENTE SOLO

Grande motivatore, straordinario esperto di deserti, Max, senza assistenza medica e in completa solitudine, portandosi solo il minimo necessario su di uno piccolo zaino, ha superato tutti i limiti scritti nel DNA, prima di tutto quello che ogni giorno ci impedisce di essere veramente liberi : la paura di andare oltre.
Max Calderan nasce in Italia a Portogruaro (VE) il 1 luglio del 1967.
Bambino vivace e attento sperimentatore, intraprende giovanissimo il percorso di atleta poliedrico affacciandosi con successo da prima all’arrampicata e lo sci estremo e raggiungendo in seguito riconosciuti livelli di performance in oltre 15 discipline sportive.
Nel 1988 inizia la sua carriera di trainer contemporanea a quella di insegnante di psicomotricità secondo i metodi della scuola francese.
Si dedica allo studio dei meccanismi che regolano le reazioni del corpo umano agli stimoli esterni e mentali sviluppando negli anni in collaborazione con un laboratorio genetico all’avanguardia in Europa, un test genomico che ad oggi permette di rivoluzionare il concetto di prevenzione/ottenimento risultati.

I suoi studi vantano una pubblicazione sulla rivista scientifica “The Journal of Sports Medicine and Physical Fitness”.
Laureato in Scienze motorie con 110 e lode, sport trainer e mental coach, ha formato dal 1989 (anno di inizio della sua attività professionale) centinaia di atleti e non , portandoli a realizzare gli obiettivi sportivi desiderati nonché numerose persone in cerca di un miglioramento della propria forma fisica o del proprio atteggiamento.
Ha lavorato per quasi vent’ anni ricoprendo ruoli manageriali presso importanti aziende farmaceutiche, periodo nel quale ha approfondito le sue ricerche in due settori che lo hanno sempre affascinato: la privazione del sonno e I meccanismi di difesa che regolano l’ emozione della paura.
Diversi anni di esperienza in importanti settori medico-scientifici la carriera sportiva epica, le deviazioni dai cosiddetti limiti fisici e mentali, rappresentano solo una piccola parte dello sfondo del formatore Max Calderan.
L’obiettivo di Max è quello di trasferire le sue esperienze e il suo prezioso know-how attraverso sezioni di formazione non convenzionali fondate sulla unicità e l’autenticità della persona e in grado di fornire strumenti concreti e pratici per allargare i confini, per sbloccare il potenziale della vostra mente e raggiungere il giusto equilibrio.
L’obiettivo è quello di portare alla scoperta del proprio metodo, lo stesso che ha portato al raggiungimento degli obiettivi straordinari di Max con forme innovative di formazione dedicate alla persona, alle società e al mondo sportivo.
Con strumenti semplici e innovativi porta risultati concreti e prestazioni di alto livello in termini di crescita personale e professionale
Max Calderan svolge le sue attività di consulenza sportiva anche in penisola araba , in Emirati Arabi Uniti in particolare, con una mission molto chiara:
incrementare la comprensione reciproca tra persone di diverse culture e gruppi etnici e di migliorare la qualità della vita di tutti i giorni per gli abitanti del mondo attraverso l’organizzazione di attività culturali e di sport.

Questo avviene coinvolgendo tutti i settori che contribuiscono facilmente a creare una connessione tra le diverse persone in tutto il mondo.
Max è ospite speciale a diverse conferenze sia per le aziende private che governative, dimostrando di essere una risorsa incredibile, sia per i partecipanti che per i dirigenti con obiettivi motivazionali di elevatissimo livello.
Un uomo che esplora deserti e li racconta al mondo.

SCHEDA INTERVENTO TIPO CONTENUTI
Max Calderan, detentore di 10 record mondiali, mental coach e formatore, ha sfidato in solitaria i deserti più impraticabili raggiungendo traguardi incredibili e scientificamente inspiegabili.
Ciò che gli ha permesso di ottenere questi risultati eccezionali sono stati allenamenti intensi, investimento di tempo ed energia, spirito di sacrificio e la convinzione che niente possa limitare il nostro potenziale che deve essere valorizzato e sfruttato.
Alla base dei risultati di Max c’è il concetto di sfida insito in lui fin da bambino.
Vincere una sfida implica superare non solo l’ “avversario” ma superare se stessi attraverso il cambiamento, la fatica e una perseveranza instancabile.
Il concetto di base è che nessun grande risultato possa realizzarsi senza impegno e sacrificio sostenuti da una forte energia e motivazione.
Max racconterà il suo percorso sportivo, gli allenamenti estenuanti, la privazione e il sacrificio, il superamento delle difficoltà e degli ostacoli della natura.
Così come la gioia, la soddisfazione e la sensazione di autorealizzazione nel raggiungere un proprio obiettivo e un proprio sogno.
Descriverà il modo in cui affronta il suo percorso verso i propri obiettivi allenando ed educando il proprio corpo e la propria mente.
Affronterà il parallelismo tra le sfide della vita quotidiana, che gli hanno permesso di essere uno stimato consulente business in Medio Oriente, e quelle che affronta nel deserto soffermandosi sull’importanza della determinazione e della fiducia nelle proprie potenzialità e su quanto positività ed energia rappresentino un presupposto assoluto.
Si soffermerà sull’importanza del gioco di squadra e dei valori, sull’importanza di credere nel proprio team e nel valore della collaborazione.
Verrà sottolineando il suo essere un uomo “normale” e la possibilità, quindi, per ognuno di noi di raggiungere standard elevati in ogni campo della nostra vita se mossi da un sogno o da un obiettivo.

STRUMENTI
Video di 2 minuti che riprende Max in deserto e spezzoni delle sue imprese “impossibili”
Slide Power Point in sincrono con parlato durante l’intervento.
I contenuti dello speech possono essere i seguenti e possono essere personalizzati su richiesta :
· SFIDA E’ CAMBIAMENTO
· IMPORTANZA DELLA PREPARAZIONE
· IMPORTANZA DELLA ESECUZIONE
· IMPORTANZA DELLA SQUADRA
· MOTIVAZIONE
· CHALLENGE TO CHANGE
· IL CORAGGIO DEL PRIMO PASSO
L’intervento ha di solito una durata variabile da 30 minuti a 1h e 30 e comincia con l’intervento di Max Calderan solo sul palco per poi eventualmente essere affiancato da una figura aziendale ( HR, AD, Marketing ) che lo intervista per portare la comunicazione all’obiettivo della Conferenza/Convention aziendale.

trailer documentario su Jazeera International dal 15.07.14:

Riccardo Pittis

CAMBIAMENTO = CAMBIAMENTE al TEDX CASTELFRANCO VENETO:

ABILI o ALIBI? A te la scelta:

 

CHI SONO…

La mia prima sfida, il primo ostacolo superato

Sono nato a Milano il 18 dicembre 1968 sotto un’abbondante nevicata. La felicità per il lieto evento di mamma Elena, papà Sergio e di mio fratello Carlo non durò molto; dopo poche ore dalla mia nascita, il dottore comunicò alla mia famiglia che ero nato con un difetto interventricolare.

Fu così che, ancora in fasce, mi ritrovai ad affrontare la mia prima sfida.

All’età di 6 anni, dopo essermi formato fisicamente, venni operato al cuore per correggere il difetto congenito. L’intervento riuscì perfettamente (altrimenti non sarei qui a raccontarlo) e, nel primo incontro post-operatorio, il dott. Azzolina suggerì a mia madre di farmi praticare dello sport.

Considerando la mia altezza, già allora superiore alla media, e il fatto che mio fratello già lo praticava, iniziai a giocare a basket.

La pallacanestro è stata parte fondante della mia vita, il terreno (non soltanto di gioco) dal quale ho tratto tanti preziosi insegnamenti.

Gli stessi insegnamenti che oggi mi impegno a trasferire alle persone e ai team che decidono di intraprendere percorsi di crescita personale, alla scoperta dei propri talenti e in ogni ambito della loro vita privata e professionale.

IL BASKET e LO SPORT

La mia carriera da cestista

Per quasi 30 anni, di cui 20 da professionista, ho giocato a basket e ciò mi ha permesso di provare il piacere del successo.
Ho iniziato la mia carriera nelle giovanili dell’Olimpia Milano, approdando in prima squadra nel 1985. Vi ho giocato fino al 1993 vincendo, tra le altre cose, 4 scudetti, 2 coppe campioni e diventando capitano della squadra nel 1990.

Nel 1993 mi sono trasferito a Treviso, nella Benetton Basket, la squadra con la quale ho continuato a vincere (altri due scudetti e numerose altre coppe) e con la quale ho concluso la mia carriera da cestista nel 2004.

Dal 1989 al 1997 ho avuto l’onore di indossare per 118 volte la maglia della Nazionale Italiana, vincendo 2 medaglie d’argento, ai Campionati Europei del 1991 e del 1997.

Maurizia Cacciatori

BIOGRAFIA

Maurizia Cacciatori (Carrara, 6 aprile 1973 ) è un’ex pallavolista italiana , attualmente opinionista televisiva per Sky Sport per la pallavolo femminile.
Alzatrice, alta 178 cm, schiacciava a 298 cm, murava a 274 cm.
Maurizia Cacciatori è il simbolo italiano della pallavolo nel mondo.
É una delle giocatrici più vincenti di sempre a livello di club, con i suo i 17 trofei vinti in carriera.
Nel 1989, a soli 16 anni, passa all ́Ina Assitalia Perugia ed esordisce in serie A1.
Si conferma su ottimi livelli e rimane nella massima categoria per quasi due decenni, alternandosi in varie
squadre tra cui la Amazzoni Agrigento (1993 – 1995), il Volley Bergamo (1995 – 1998 e 1999 – 2003) e la Centro Ester Napoli (1998 – 1999).
Tra il 2003 e il 2005 gioca due stagioni nella serie A spagnola con il CV Tenerife, per poi ritornare in Italia nello Start Volley Arzano (2005 – 2006).
Chiude la carriera, scendendo in B e ritornando nuovamente nella penisola iberica nelle file del Club 15 – 15 Icaro Alaró, formazione dell ́isola di Maiorca.
Nel 2007 lascia la pallavolo giocata.
In Nazionale italiana di pallavolo femminile vanta 228 presenze: con la maglia azzurra esordì il 27 novembre 1991 ad Apeldoorn (Paesi Bassi) nella partita contro la Russia.
Ha vinto un oro ai Giochi del Mediterraneo nel 2001, un bronzo e un argento agli Europei del 1999 in Italia e del 2001 in Bulgaria.
Nel curriculum di Maurizia Cacciatori c ́è anche la partecipazione alle Olimpiadi di Sydney 2000, prima qualificazione in assoluto per la nazionale femminile di pallavolo.
Nel suo palmares: 4 campionati italiani vinti con il Volley Bergamo, 1 campionato spagnolo con il CV Tenerife, 4 Coppa Italia (1 con l ́Ina Assitalia Perugia e 3 con il Volley Bergamo), 1 Coppa della Regina con il CV Tenerife, 3 Supercoppe Italiane con il Volley Bergamo, 3 Champions League (2 con il Volley Beramo e 1 con il CV Tenerife), 1 Coppa Cev con Centro Ester Napoli.

TELEVISIONE

Nel 2006 partecipa come concorrente alla quarta edizione del reality show l ́Isola dei famosi, condotto da Simona Ventura su Rai 2.
Nel 2007 approda a Sky Sport per il commento tecnico degli incontri di A1 Femminile. Nel 2010 appare nel film “Maschi contro femmine” e nel 2011 ne “I soliti idioti – Il film”.
Nel 2011 è diventata mamma del suo primo figlio, Carlos Maria Orsini. Il 31 marzo 2012, dopo soli 12 mesi, diventa mamma per la seconda volta dando alla luce la secondogenita Ines. E ́ sposata con Francesco Orsini.

FILMOGRAFIA

Maschi contro femmine , regia di Fausto Brizzi ( 2010 )

Mauro Bergamasco

 

I RECORD

il più longevo giocatore nella storia del Torneo 5 e 6 nazioni

il più longevo ad indossare la maglia azzurra

tra i due al Mondo ad aver partecipato a 5 RWC (nel 1999; nel 2003; nel 2007; nel 2011 e nel 2015)

2 volte Campione d’Italia

2 volte Campione di Francia

CHI È

Un rugbista.

Uno sportivo che ha fatto del rugby uno stile di vita.

Un professionista impegnato in prima persona ad educare attraverso lo sport.

Un uomo che fa della sensibilità, etica sociale e alimentazione sana i propri punti di riferimento.

Un leader che applica i valori in cui crede in ogni suo progetto.

Protagonista del contenitore live “Rugby Social Club” dedicato al torneo 6 Nazioni su DMAX (canale 52 in diretta su chiaro)

Ideatore del CAMPUS RUGBY MAURO BERGAMASCO.  Un progetto educativo di crescita psico-fisica-sportiva, nato per trasmettere i valori del rugby e dello sport ai giovani dai 10 ai 15 anni

Testimonial per

AIPD, Associazione Italiana Persone Down

Fondazione Umberto Veronesi

ADMO, Associazione Donatori Midollo Osseo

Avon,campagna contro la violenza sulle donne

OLTRE LO SPORT

Speaker in convention aziendali

Percorsi di leadership e di lavoro in gruppo

Camp di team building

Corsi e seminari comportamentali

Testimonial per progetti e campagne di prodotto

Luigi Mazzola


LUIGI MAZZOLA
Executive coach
Luigi Mazzola, nato a Ferrara, si è laureato presso il Politecnico di Torino in ingegneria meccanica, specializzazione: autoveicolo. La sua avventura con la Formula 1 in Ferrari, Gestione Sportiva, inizia nel 1988 nel ruolo di Race Engineer, terminerà nel 2009 , da dirigente coordinatore dello sviluppo della performance. Vince 8 campionati mondiali costruttori di F1 con la prestigiosa Scuderia Ferrari in qualità di Responsabile Tecnico delle attività test, e ben 6 campionati di F1 piloti come Test Team Manager. Il contatto con piloti di prestigio a A.Prost, a M.Schumacher, N.Mansell, G. Berger, R. Barrichello, E. Irvine, K. Raikkonen, F. Massa, e J. Alesi, ha reso la sua esperienza tecnica/ umana, unica. Per sintesi tra: talento, carisma e leadership, Prost, Schumacher e Valentino hanno costituito la sua esperienza professionale più interessante in assoluto. A capo della squadra test durante la ventennale carriera ha gestito centinaia di persone appartenenti ai vari reparti, dando loro la possibilità di effettuare la preparazione per un successivo passaggio al mondo delle corse. Dal 2000 in poi sempre più importante è stata l’esigenza di cambiamento: dal ruolo di ingegnere a manager e leader. Ha approfondito così al sua preparazione frequentando corsi di specializzazione in ambiti della gestione delle risorse. Master in PNL, Executive Coach, Accreditato PCC presso la ICF, International Coaching Federation, accreditato Sei Development e Vital Sign con SixSeconds, azienda leader di formazione di Intelligenza Emotiva, con cui è anche partner.

Successivamente ha approfondito la sua conoscenza della mente umana soprattutto del mondo dell’inconscio. Il Coaching ha favorito lo sviluppo di modelli alternativi grazie alla convivenza con personaggi eccellenti come Ross Brawn, Alain Prost, Michael Schumacher e Valentino Rossi. Ha creato per mezzo di questa opportunità un modello di eccellenza della performance: S.P.I.R.A.L ©, PERFORMANCE COACHING FOR SOLUTIONS LEADERSHIP FOR DECISIONS. Luigi Mazzola è un esempio concreto di combinazione tra competenze tecnico-aziendali e soft skill che lo rendono testimonial unico nelle attività di sviluppo della performance. Il modello di managing coaching S.P.I.R.A.L © applicato a varie realtà aziendali, nel corso degli ultimi anni, ha già creato molteplici benefici tangibili.

Erika Leonardi


ERIKA LEONARDI – consulente, formatore e autore di testi
https://www.youtube.com/watch?v=LacuGFq73XQ
Per chi crede… che
l’eccellenza e la felicità
hanno origine da metodo e passione
Erika Leonardi è consulente, formatore e autore di testi.
La comunicazione è la linfa vitale in tutte le organizzazioni.
Quella interna rafforza lo spirito di squadra e rinsalda il senso di appartenenza. Quella esterna conferisce valore a ciò che si promuove e genera fiducia nei clienti e nelle parti interessate. Ciò vale sia a livello delle relazioni sia per i documenti scritti.

L’approfondimento dei metodi e degli strumenti su questo tema rappresenta una fonte di investimento che ripaga: previene danni di carenze comunicative, i cui costi non sono sempre quantificabili.
Le formule per promuovere la padronanza degli strumenti di comunicazione si affidano, a loro volta, a forme di comunicazione inusuali. Esempi di esperienze applicati in aziende: le storie a fumetti per diffondere temi e approfondimenti, l’uso della metafora “Azienda in jazz” per sollecitare lo spirito di squadra, il parallelo con la fotografia per calibrare gli strumenti manageriali.
Comunicare è semplicemente farsi capire! Sembra facile…
ERIKA LEONARDI OPERA NEL SETTORE DELL’ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DALL’INIZIO DEGLI ANNI NOVANTA, QUANDO HA COMINCIATO A TRATTARE I TEMI DELLA QUALITÀ.
LAUREATA IN BIOLOGIA, HA SVOLTO RICERCA E DIDATTICA UNIVERSITARIA IN CAMPO ETOLOGICO. HA CURATO NUMEROSI PROGETTI DI CONSULENZA E FORMAZIONE IN ORGANIZZAZIONI PRIVATE ED ENTI PUBBLICI.
PER PROMUOVERE LA COMPRENSIONE E L’APPLICAZIONE DI STRUMENTI MANAGERIALI, HA CREATO DIVERSE CONTAMINAZIONI: I FUMETTI CON BRUNO BOZZETTO, IL JAZZ IN AZIENDA, IL MANAGEMENT E LA FOTOGRAFIA.
È autrice di libri:
Assolombarda: Scrivere per farsi capire (2015)
Egea: Manager della qualità – Il modello organizzativo ISO 9001
IlSole24ORE: La gestione del servizio, Padroni del proprio tempo, Capire la qualità, Azienda in Jazz, Servire successo, ISO9000: Sistemi qualità e certificazione, Servizi di qualità
Franco Angeli: Disegnare i processi
Sperling & Kupfer: Ricostruire e vivere il processo
UNI: Un mondo di qualità che cambia

 

Maria Moroni


MARIA MORONI
Pugile

Website  www.mariamoroni.com

Youtube Maria Moroni    

Social: https://www.instagram.com/mariamoroni23/  https://it-it.facebook.com/moronimaria/  https://twitter.com/mariamoroni23  

 

PUGILE SEMPRE…

…ORA ANCHE GIORNALISTA E AVVOCATO

 

Ha ricevuto la tessera numero 1 dalla Federazione Pugilistica Italiana (F.P.I.) perché è la 1° donna-pugile tesserata presso la Federboxe dopo il riconoscimento del pugilato femminile in Italia (Decreto Ministeriale 04/04/2001). Negli anni precedenti, per praticare la boxe, si è dovuta tesserare all’estero con la federazione croata e poi con quella americana. A novembre 2000, negli States ha sfidato la loro beniamina battendola ai punti riportando a casa così la vittoria.

Rientrata agonisticamente in Italia, il 21 luglio 2001 ha disputato e vinto il 1° match ufficiale di boxe femminile in Italia mentre l’anno successivo, il 02 agosto 2002, ha disputato e vinto il 1° titolo d’Europa professionisti E.B.U. (max riconoscimento sportivo per una donna-pugile perché in quegli anni il titolo del Mondo professionisti non esisteva ancora e ne esistevano le Olimpiadi per le pugili-donne). E’ stata per 3 volte campionessa d’Europa professionisti dei pesi piuma ed inserita nei primi posti delle classifiche mondiali di boxe femminile.

Dal 2005 e per qualche stagione sportiva, è stata anche tesserata con la I° società civile di atletica leggera di serie A, ovvero la “ Camelot” di Milano, gareggiando nel settori lanci.

Prima di aver incontrato la noble art, la Moroni è stata agonista di pattinaggio artistico e coppia danza.

 

ULTIME NEWS

24/02/2017- La sua oggettistica di pugilato fa parte della memorabilia di boxe custodita nel I° Museo Nazionale del Pugilato (Assisi), primo in Italia e in Europa: unica teca dedicata alla boxe femminile è quella di Maria Moroni.

26/02/2017- Ambasciatrice di Pace nel Mondo, nomina conferita da Assisi Pax International

17/11/2016- Ospite al programma radiofonico Zona Cesarini di Radio Rai1 condotto da Maurizio Ruggeri.

14/05/2016- 99° Giro D’Italia, ospite al programma TV Giro Mattina di RaiSport1 condotto da Valerio Iafrate.

07/2016- Nominata Cultore della materia di Diritto Privato nel Corso di Studi di Scienze Motorie della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.

15/12/2015- La sua storia è inserita nel progetto “Lancia Ypsilon Portays” della casa automobilistica Lancia.

Ypsilon Portrays: storie di donne e uomini sorprendenti. Aspirazioni, originalità, percorsi di vita non convenzionali. Maria Moroni: storia di forza/fragilità.

 

 

 

Fabio Lucchiari

FABIO LUCCHIARI – ‘NICO ORIGAMI’
Creazioni in carta piegata a mano
Avere discrete competenze in molto ma essere specialista in nulla, al giorno d’oggi non è probabilmente una caratteristica molto apprezzabile. Tuttavia, quando la curiosità e la volontà di apprendere si mantengono a livelli elevati, non è agevole incanalare tutte le proprie risorse in un solo ambito d’interesse; in compenso si mantiene la capacità di osservare le cose da prospettive diverse, che spesso sfuggono anche a “super-esperti”. Sono pronto per una nuova sfida.

I have some skills in different subjects but I’m a specialist in no one: nowadays this is not a very popular feature. However, when curiosity and willingness to learn are maintained at high levels, it is not easy to channel all resources in a single area of interest; on the other hand you hold the ability to perceive things from different perspectives, which often escape even the “leading experts” I’m ready for a new challenge.
“sono convinto che l’origami sia il segreto della pace nel mondo, perché quando usiamo le nostre mani per piegare, non pensiamo alla distruzione.” (Akira Yoshizawa) “origami is the secret of peace in the world, because when we use to fold our hands, we do not think to destruction.”

10 MOTIVI PER ESSERE COINVOLTI DAGLI ORIGAMI

1. Sviluppo delle “capacità motorie” di entrambe le mani.

2. Sviluppo delle capacità intellettive.

3. Sviluppo delle capacità creative.

4. Attivazione degli emisferi destro e sinistro del cervello.

5. Sviluppo dell’immaginazione. 6. Sviluppo dell’attenzione.

7. Sviluppo della memoria.

8. Sviluppo della pazienza.

9. Esperienze emotive ed estetiche.

10. Gioia, soddisfazione ed orgoglio per il proprio lavoro!
Pubblicazioni
Babbo Natale – manuale “dentini origami” per tutti
self-publishing
settembre 2013
Giocare e costruire coi “dentini origami” è un passatempo sano, economico e creativo alla portata di chiunque. Manuale passo a passo per tutti.
Santa Claus – “origami teeth” tutorial 4e1
self-publishing
agosto 2013
Let’s prepare and assemble Santa Claus using origami teeth, cheap and creative paper modules. Step by step tutorial.
Canarino Tatti – manuale “dentini origami” per tutti
self-publishing
luglio 2013
Giocare e costruire coi “dentini origami” è un passatempo sano, economico e creativo alla portata di chiunque. Manuale passo a passo per tutti.
Creazioni in carta “piegata a mano” – “hands folded paper” creations
Nicorigami
2013 – presente (3 anni)
edizione manuali origami
Fabio Lucchiari è anche creatore di accessori di moda